Due Diligence e Audit Ambientale
on 22 Febbraio 2018

Premesse

In fase di acquisizione di un sito industriale, dismesso o in essere, è fondamentale per l’acquirente essere tutelato relativamente ad eventuali passività ambientali dovessero presentarsi successivamente e che comportino un aumento dei costi pre e post compravendita.

E’ quindi fondamentale avviare, col supporto di tecnici esperti, una attività di Due Diligence e Audit Ambientale.

Due Diligence ed Audit Ambientale

Per definizione DDA e Audit sono finalizzate a verificare la condizione dei siti industriali e commerciali in fase di pre-acquisizione di un’azienda al fine di identificare eventuali criticità ambientali.

La DDA tutela l’acquirente e si distingue per essere costituita da due fasi: nella prima si acquisiscono tutte le informazioni storico-territoriali e la documentazione ufficiale autorizzativa, nella seconda fase si procede alle analisi in sito di eventuali criticità ambientali emerse durante la prima fase.

DDA check list

  • definizione del perimetro di intervento
  • studio storico e cartografico del sito
  • indagine presso enti preposti
  • identificazione delle passività ambientali (suolo e sottosuolo, acqua, aria)
  • verifica di conformità dei sistemi di gestione ambientale
  • verifica stato autorizzativo dell’immobile e della produzione
  • sopralluogo
  • campionamento delle matrici ambientali
  • stima dei costi delle passività ambientali

Foldtani è in grado di fornire il supporto completo per indagini di questo tipo.


Leave a Comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


2 Replies to “Due Diligence e Audit Ambientale”